BUY NOW, PAY LATER (TUTTO A RATE)

 

 

Tra poco pagheremo troppo cara
questa improvvisa, inattesa primavera,
con TAEG e TAN ed altri impensabili
formule d’interessi, proprie degli usurai.

E il Piave è mezzo vuoto, che sembra
quasi estate, in un tiepidissimo febbraio,
mentre volo veloce in alto sui filari
di viti, coi finestrini aperti spalancati.

E mi sorprende il gheppio, che, fulmineo,
a bordo strada a sua volta disorienta
una sparuta arvicola, incauta nel canneto.
Vi è davvero troppo sole, oggi, ad asciugare

fossi di speranze che a suo tempo già
in altri versi dicevamo false, solamente;
oggi però ineluttabilmente (cioè, forse per
sempre) annegate nel mendace politichese!

 

 

 

PoetaMatusèl legge
BUY NOW, PAY LATER (TUTTO A RATE)

 

 

* LINK * ‘Tracimano i fossi di false speranze…’
Qui trovi i versi ai quali questa poesia fa riferimento

 

* LINK * Le case di Goffredo Parise, a Ponte di Piave (TV)

 
 
 
 

COMMENT

Prezioso Visitatore che mi leggi, un breve commento, magari anche solo un saluto, scritto qui sotto, o un ‘Mi Piace’ cliccato, Ti costa solo un piccolissimo sforzo, però farà un GRANDE piacere a me, quando lo leggerò! Grazie.   :O)

 

Copyright © 2015 Guido Comin PoetaMatusèl – Belluno, Italy. All rights reserved.

 

 

 

.

FOSSI, FIUMI E MARI… MAGARI DI MERDA!

 

 

Tortuoso biscione, argenteo serpente si snoda
nel tiepido sole di maggio, tra alberi e prati,
accanto a galline incuranti del traffico pazzo.
I miei tortuosi pensieri accarezzano l’acqua,
ma solo sfiorandola appena con diafane dita
di luce, quell’acqua che sa di freschezza
davvero, al guardarla, ma forse è già marcia;
come tutto l’ambiente, habitat terribilmente
inquinato, bruciato e forse distrutto per sempre.
La Terra rinascerà, magari più splendida ancora,
ma sarà sparita la creatura assai poco sapiens.
Con grande sollievo di tutto l’intero Creato!

 

 

 

PoetaMatusèl legge
FOSSI, FIUMI E MARI… MAGARI DI MERDA!

 

 

 

 

Copyright © 2014 Guido Comin PoetaMatusèl – Belluno, Italy. All rights reserved.

 

 

 

.

Καλή αρχή! (BUON PRINCIPIO! – Una parabola)

 

 

A Marta, come augurio per la sua nuova Vita

 

Del pioppeto che tu tanto amavi
le ruspe hanno fatto tabula rasa,
e l’airone incredulo passa sul fosso,
dove ormai stanno già seppellendo
tubi-cadaveri di grigio cemento.
E su tanta inspiegabile devastazione
vola via il cinerino, sperando di
trovare altrove nuovi fossi di canne,
anguille sparute e inermi ranocchie.
In silenzio sorvola con rassegnazione
la strada maestra, virando di bordo
con placidi, lenti colpi di grandi ali,
verso un futuro ignoto, ma forse più
decoroso, accettabile, certo, vivibile.

 

 

PoetaMatusèl legge
Καλή αρχή! (BUON PRINCIPIO!)

 

Copyright © 2014 Guido Comin PoetaMatusèl – Belluno, Italy. All rights reserved.

 

 

 

.

NATALIZIO ANTESIGNANO

 

 

A  Marta C.

 

Ho incontrato un angelo stasera,
uscendo dalla nebbia sopra i fossi,
quando ormai mi stavo rassegnando
che il cielo fosse notte senza stelle,
che tutto forse andasse come in fumo.
E poi preposizioni, giuste o meno,
usate, omesse, ma mai dimenticate,
stabiliscono la giusta ambientazione.
Io mi ritrovo nuovo nella nebbia,
mentre tra le curve sto danzando
e scordo notturne greche cavalcate,
per meglio assaporare quest’istante,
questa dolce, inaspettata apparizione:
forse un precorso dono degli dei.

 

 

 

 

PoetaMatusèl legge
NATALIZIO ANTESIGNANO

 

Copyright © 2014 Guido Comin PoetaMatusèl – Belluno, Italy. All rights reserved.

 

 

 

.

CORO ADELCHIANO EX TEMPORE

 

 

Tracimano i fossi di false speranze.
Deriva – la nave va verso gli scogli!
Schifosi schettini confondono folle
e i folli cretini li applaudono ancora
e persiste servo quel servo sudore.
Il volgo disperso non alza la testa,
gli bastano briciole magre sul piatto:
le briciole sono pur meglio di nulla?
E gli atrii muscosi rimangono vuoti,
ormai l’arse fucine non stridono più;
cadenti rimangono i Fori splendenti
e si è persa dei padri la fiera virtù!
Non resta che attendere – morti –
la Morte.

 

 

 

PoetaMatusèl legge
CORO ADELCHIANO EX TEMPORE

 

Clicca qui, per leggere il testo del coro dell’ADELCHI.

 

* YouTube * Qui puoi vedere la versione VIDEO della poesia!

 

 

Da “I Versi dell’Airone”
di Guido Comin PoetaMatusèl
© 2014 Albalibri Editore

 

 

 

.