QUANDO L’OSPITE INIZIA A PUZZARE

 

 

Dove sta scritto che bisogna per forza tener duro?
La Vita voglio scrivermela io, almeno questa, mia!
Resisto, precariamente forse, però caparbiamente,
come foglia ormai rinsecchita e troppo ungarettiana
su un ramo quasi morto, che prima dell’alba cederà.
Allarme terrorismo? Non ci tocca, siamo superstiti
di ben altri tempi: bombe esplose in grandi magazzini,
cavalli e uomini ridotti irriconoscibili, in brandelli.
Non i terroristi ci spaventano, ma il terrore di dovere
vivere ancora e troppo a lungo; restare a tutti i costi
quaggiù dopo la fine della festa, luci e musica ormai
da tempo spente, cibo già vomitato, postumi nebbiosi
della vodka, ospiti ormai scaduti, dannati Andersen!

 

 

Mermaid without tears

 

 

PoetaMatusèl legge
QUANDO L’OSPITE INIZIA A PUZZARE

 
 
 
 

Prezioso Visitatore che mi leggi, un breve commento, anche solo un saluto, scritto qui sotto – o un ‘Mi Piace’ cliccato – non ti costa che un piccolissimo sforzo, però farà un GRANDE piacere a me, quando lo leggerò! Grazie.   :O)

 

Copyright © 2015 Guido Comin PoetaMatusèl – Belluno, Italy. All rights reserved.

 

 

 

.

Un commento su “QUANDO L’OSPITE INIZIA A PUZZARE

  1. PoetaMatusèl ha detto:

    Hans Christian Andersen aveva la brutta abitudine di farsi invitare a casa di amici, i quali però faticavano poi, dopo un suo troppo lungo soggiorno, a liberarsene…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.