IMMERITATI DONI DELLA TERRA

 

 

M’incanto a guardarti negli occhi,
ma intanto Tu non hai occhi che
per i miei sassi! “Che belli, che belli,
ma li hai fatti tu?” mi dici, svampita.
Io continuo a fissarti in quei tuoi
meravigliosi occhi di cielo d’aprile,
mentre rispondo, alquanto distratto:
“Veramente, li avrebbe … fatti la Terra.”
Poi, continuo in un soliloquio sereno:
“… e tu, mia bionda stupenda scemenza,
tu non li meriti questi sassi, tu proprio
non ci meriti, né loro né me, no tu –
Tu non ci meriti! Perciò, sai cosa ti dico?
CIAO, me ne vado! E mi porto via i sassi!”

 

 

 

PoetaMatusèl legge
IMMERITATI DONI DELLA TERRA

 

Copyright © 2014 Guido Comin PoetaMatusèl – Belluno, Italy. All rights reserved.

 

 

 

.

Please follow and like us:
0

NUOVO DOLORE E VECCHI RICORDI (DI EUGENIO)

 

 

Avrei voluto aiutarti ancora a scendere
infinite, illogiche, non montaliane scale,
e tu, per niente mosca tu, per un poeta
– semmai, piuttosto occhio di falco –
con tacchi rotti o meno, di ritorno da
lunghe passeggiate con quel tuo cane
che non è mai stato mio o forse un poco.

Avrei voluto gironzolare ancora per
calli veneziane, dove io mi sarei perso;
o portarti di nuovo sui miei monti,
dove conosco io le geografie dei sassi,
dove yak impavidi ci sbarravano la strada;
lassù ripresentarti ai miei gioiosi gracchi.

Avrei voluto, forse, persino ritrovarmi
ad aspettarti sopra a un fosso brontolando,
mentre raccogli bruscàndoi o s-ciopetìn;
o ad ascoltare te che brontoli, mentre sei
tu che aspetti me, che scatto i miei milioni
di maledette foto di ricordi interminabili.

Ma sono condannato a scontare nuovi esìli!

 

 

PoetaMatusèl legge
NUOVO DOLORE E VECCHI RICORDI (DI EUGENIO)

 

* LINK * Clicca qui, per leggere la poesia di Montale
che avevo in mente…

 

 

 

Copyright © 2014 Guido Comin PoetaMatusèl – Belluno, Italy. All rights reserved.

 

 

 

.

Please follow and like us:
0

ALTA LA POSTA, BRUTTA LA MANO …

 

 

Un germano passa in volo, starnazzando come matto,
e sorrido nel pensare ad altre scene di pianura;
questi piatti paesaggi, che gli ignari vilipendono,
dove nello stesso istante puoi vedere airone, gazze,
falco, storni, corvi, tortore: turbinio di becchi e piume!
Dove a luglio puoi trovare il guizzo tenero del biacco,
o incontrare un vecchio moro, in cui vive il codibugnolo,
o sorprendere una lepre fra le erbacce secche correre.
Poi, sull’alveo del gran fiume, dove nuovi ruscelletti
trovo dove ieri, in piena, travolgeva alberi e sassi,
che ogni volta trovo nuovi, nuove storie da narrare.
Non sarà spettacolare, come i monti che ho lasciato,
però ho appreso ad apprezzare anche questo mondo
nuovo, che sicuramente a breve io dovrò lasciarmi
dietro, come il resto della vita. Per la mia sopravvivenza.
Sarà un’amputazione multipla, perché parto e perdo te.
Ma se resto, perdo tutto, anche il resto dei paesaggi –
quelli che coltivo dentro, negli anfratti di quest’anima.

 

 

PoetaMatusèl legge
ALTA LA POSTA, BRUTTA LA MANO …

 

 

 

Da “I Versi dell’Airone” di Guido Comin PoetaMatusèl
Copyright © 2014 Albalibri Editore. All rights reserved.

 

 

 

.

Please follow and like us:
0

SERENDIPITY (O SOLO SERENITÀ?)

 

Biacco-carbonaz-Hierophis-viridiflavus-Foto-Guido-Comin

 

Di ogni cespuglio, pioppo,
filo d’erba, ogni nocciòlo,
fosso, collina, anfratto;
di ogni rigagnolo, anche
quasi asciutto, letto di
torrente, fiume in piena;
di ogni cucciolo di cane,
nottola, rospo, biacco.

 

Di tutto questo è intrisa
la mia anima e il mio corpo
ne porta, con orgoglio, i segni.
E solo grazie a tutto questo
io sono quel che sono, ora e
– felice d’esserlo – in uno
stato di sintonia perfetta con
la Madre Terra, acque, sassi,
merli, falchi, nuvole e gatti!

 

 

Guido-e-cuccioli-Foto-Silva-Cattarin

 

PoetaMatusèl legge: SERENDIPITY (O SOLO SERENITÀ?)

 

Copyright © 2013 Guido Comin – Belluno, Italy. All rights reserved.

 

 

 

.

Please follow and like us:
0

GREAT EXPECTATIONS

 

Sereno dopo la tempesta - Foto Guido Comin

 

Il falco mi aspetta ogni giorno
sui fili dell’alta tensione:
devo pensare che attenda
proprio me, perché credo che
pochi altri ormai lo notino,
cacciatore astuto, stupendo,
solitario soggetto e paziente.

 

E, dopo la neve in montagna,
è schiarita, qui nella pianura,
e vedo – benché assai da lontano –
i miei monti, che spesso (o a volte?)
ritrovo felice e a volte il mio cuore
invece decisamente maledice.

 

E navigo rotatorie tra i sassi e ormai
non piove già più, però stasera
farà buio, di sicuro, un po’ prima.
È un inverno un po’ come la vita,
che oggi spesso promette, minaccia,
però poi lascia in attesa: ma di cosa?

 

Falco sul filo - Foto & artwork Guido Comin

 

PoetaMatusèl legge:   GREAT EXPECTATIONS

 

Monti all'orizzonte - Foto Guido Comin

Copyright © 2013 Guido Comin – Belluno, Italy. All rights reserved.

 
 
 

.

Please follow and like us:
0