FOSSI, FIUMI E MARI… MAGARI DI MERDA!

 

 

Tortuoso biscione, argenteo serpente si snoda
nel tiepido sole di maggio, tra alberi e prati,
accanto a galline incuranti del traffico pazzo.
I miei tortuosi pensieri accarezzano l’acqua,
ma solo sfiorandola appena con diafane dita
di luce, quell’acqua che sa di freschezza
davvero, al guardarla, ma forse è già marcia;
come tutto l’ambiente, habitat terribilmente
inquinato, bruciato e forse distrutto per sempre.
La Terra rinascerà, magari più splendida ancora,
ma sarà sparita la creatura assai poco sapiens.
Con grande sollievo di tutto l’intero Creato!

 

 

 

PoetaMatusèl legge
FOSSI, FIUMI E MARI… MAGARI DI MERDA!

 

 

 

 

Copyright © 2014 Guido Comin PoetaMatusèl – Belluno, Italy. All rights reserved.

 

 

 

.

Please follow and like us:
0

2 commenti su “FOSSI, FIUMI E MARI… MAGARI DI MERDA!

  1. fiore leveque ha detto:

    una versificazione assolutamente armoniosa, liricamente cantabile, che pare corrispondere alla visione tanto bramata di quella natura una volta incontaminata, e in un dopo-umano finalmente de-contaminato: ci incontreremo io e te caro Comin in abiti quantici a goderne, senza più bisogni inutili, e vani come il peso di un corpo transeunte. Rare anime a bearsi di quel che vani corpi senza anima e nè coscienza stanno avvelenando… E loro non ci saranno più neanche coi quanti ove io e te ci re-incontremo. 🙂

    • PoetaMatusèl ha detto:

      Fiore carissimo, vorrei davvero poter condividere il tuo ottimismo quanto al futuro (ancora lontano, speriamo, anche se non troppo!), ma temo che le mie speranze si limitino a quelle espresse nella poesia: che la specie assai poco Sapiens sparisca, lasciando il pianeta a creature più meritevoli, quali ad esempio tartarughe o delfini. Se solo Neanderthal fosse prevalso… :O)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.